Otto aneddoti incredibili sulla vita di Mike Tyson

Otto aneddoti incredibili sulla vita di Mike Tyson

Il morso a Holyfield

Tyson affrontò due volte Evander Holyfield, che conosceva sin dalle Olimpiadi juniores disputate insieme e con cui era in ottimi rapporti. Fino al momento del primo match, che Iron Mike descrive così: “L’incontro iniziò piuttosto bene. Nel primo round piazzai un colpo al corpo che lo fece urlare dal dolore. Pensavo di poter vincere, ma nella seconda ripresa ebbi un blackout. Non capivo più cosa stesse succedendo. Solo dopo mi sarei reso conto che usava la testa per rifilarmi dei colpi e farmi perdere i sensi”. Tyson perse per KO tecnico all’undicesimo round, e nello spogliatoio si accorse che “le testate di Holyfield mi avevano procurato sei bernoccoli grandi come pugni. [..] Volevo rifarmi subito, ero furioso”.

Inoltre l’ex pugile sostiene che l’arbitro, Mitch Halpern, fosse completamente ubriaco, tanto da puzzare di alcool e avere gli occhi visibilmente rossi. “Nessun arbitro avrebbe mai permesso che mi venisse riservato il trattamento rifilatomi da Holyfield, ma lui lasciò correre perchè era totalmente sbronzo e fuori di sè”. In ogni caso, Halpern non fu implicato nel rematch.

Durante il secondo incontro tra i due, Tyson sostiene di aver subìto nuovamente diverse testate da parte dell’avversario: “La sua tattica era chiara a tutti: aspettare che scagliassi un pugno e solo allora buttarsi dentro con la testa: una vera e propria strategia”. Iron Mike si rivolse all’arbitro che però non riscontrò nessuna irregolarità. Ma all’inizio della terza ripresa la situazione precipitò: “Holyfiled mi diede un’altra testata. Mi piombò addosso un senso di spossatezza [..], furono la rabbia e l’adrenalina a darmi la scossa. Volevo ucciderlo. Era evidente che i colpi di testa erano intenzionali. [..]. Fu allora che gli diedi un morso all’orecchio”.

Il resto è storia.

0 thoughts on “Otto aneddoti incredibili sulla vita di Mike Tyson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*