Otto aneddoti incredibili sulla vita di Mike Tyson

Otto aneddoti incredibili sulla vita di Mike Tyson

Kickboxing

Nel 2003 Tyson, in gravi difficoltà economiche, si fece coinvolgere nella (presunta) organizzazione di un match di kickboxing, in cui avrebbe dovuto affrontare il colosso Bob Sapp, ex giocatore di football professionista.

Il 13 agosto 2003 Sapp affrontò a Las Vegas Kimo Leopoldo per la nota organizzazione asiatica K-1, vincendo per KO nel secondo round. A fine incontro il gigante si diresse a bordo ring, dove era presente Mike Tyson, puntando il dito proprio in direzione di Iron Mike. L’ex pugile non se lo fece ripetere due volte e salì sul quadrato, dove, dotato di microfono, cominciò un botta e risposta a suon di trash talking con Sapp.

A questo punto si diffuse la notizia secondo cui Tyson avrebbe firmato un contratto con K-1, e iniziarono a circolare anche i primi video promozionali dell’incontro. Il match saltò, ufficialmente perchè ad Iron Mike non venne concesso di entrare in Giappone a causa dei suoi problemi legali.

In realtà Tyson svela: “Avevo firmato con loro, ma non avevo nessuna intenzione di combattere con un kickboxer. Non avevo la minima voglia di beccarmi un calcio in testa. [..] Sarei stato un pazzo a combattere con quei mostri. Preferivo tornarmene nella mia suite d’albergo e rilassarmi. [..] Erano str***ate da wrestling, ma adoravo fare queste apparizioni”.

Anedotti e citazioni tratte dal libro True di Mike Tyson, edito da Piemme nel 2015.

Seguite Fatti Marziali su FacebookTwitter e Instagram per rimanere sempre aggiornati sulle MMA made in Italy e non solo.

 

0 thoughts on “Otto aneddoti incredibili sulla vita di Mike Tyson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*