Bellator, forte interesse per Paige VanZant

Bellator, forte interesse per Paige VanZant

Il futuro di Paige VanZant potrebbe essere in Bellator dopo che il suo contratto con l’UFC è terminato con l’incontro di UFC 251.

Nel suo ultimo incontro la VanZant ha subito una brutta sconfitta per mano di Amanda Ribas. La brasiliana ha chiuso l’incontro al primo round con un’armbar che ha costretto l’americana alla resa.

Paige VanZant, nelle settimane antecedenti l’incontro, si era lamentata di non essere adeguatamente ricompensata economicamente da parte dell’UFC. Quello con Amanda Ribas era l’ultimo incontro del contratto dell’americana che ora dovrà decidere quello che sarà il proprio futuro.

Scott Coker, presidente del Bellator, ha dichiarata di essere interessato a mettere sotto contratto Paige VanZant durante un’intervista a MMA Fighting.com:

Direi che faremo del nostro meglio per avere una conversazione seria con lei prossimamente”.

Ricordiamo che Austin Vandeforford, marito di Paige VanZant, è attualmente sotto contratto con Bellator.

“Sai, a dire il vero, non abbiamo ancora parlato d’affari. Abbiamo sicuramente una relazione con lei e suo marito, la sua palestra ed il suo management, quindi sicuramente parleremo quando sarà tornata e si sarà ristabilita. È tornata ma probabilmente si sta ancora riprendendo dal viaggio. Da quello che ho sentito, non è stato un periodo molto divertente laggiù. Ma ascolta, vogliamo essere nel business di Paige VanZant? Vogliamo sicuramente parlare con lei”.

L’opzione Bellator potrebbe essere molto interessante per l’americana che gode di un’ottima popolarità sia negli USA che nel resto del mondo. Una nuova avventura nella promotion di Scott Coker potrebbe aprirgli numerosi scenari sia nella divisione dei pesi paglia che nella divisione dei pesi mosca.

Si attendono sviluppi nei prossimi giorni.

Leggi anche “ecco perché Masvidal vorrebbe una rivincita con Usman e non un match con McGregor”

Seguite Fatti Marziali su FacebookTwitter e Instagram per rimanere sempre aggiornati sulle MMA made in Italy e non solo.

Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*