Boxe, Joshua tornerà a difendere i suoi titoli

Boxe, Joshua tornerà a difendere i suoi titoli

Il 12 dicembre, Anthony Joshua (23-1-0, 21 KO) tornerà a difendere i suoi titoli WBA, WBO, IBF e IBO contro il pugile bulgaro Kubrat Pulev (28-1-0, 14 KO).

Per Pulev si tratterà della seconda chance in carriera per provare a conquistare un titolo mondiale, la prima volta infatti, il pugile bulgaro si era trovato davanti la legenda Wladimir Klitschko (64-5-0, 53KO), venendo sconfitto per KO. Quella contro Klitschko è stata l’unica sconfitta subita da Pulev in tutta la sua carriera. Il bulgaro viene da una serie di 8 vittorie consecutive che dura ormai dal 2015.

Joshua tornerà a difendere i suoi titoli, dopo averli riconquistati nel dicembre dello scorso anno. L’inglese è reduce dai due match contro il messicano Andy Ruiz Jr (33-2-0, 22 KO), nel primo dei quali il messicano, aveva scioccato il mondo battendo il favoritissimo Joshua per TKO al settimo round. Nel secondo incontro l’inglese, aveva riconquistato i suoi titoli ai punti nell’evento tenutosi in Arabia Saudita.

Nell’intervista rilasciata a DAZN news Joshua ha dichiarato: “Ho fatto un piccolo errore l’anno scorso, l’abbiamo cancellato e abbiamo riavuto le cinture e combatterò contro Fury al 100%. Ma senza superare Kubrat Pulev, che è un serio concorrente e sfidante, non si parla di Tyson Fury e cose del genere. È una sfida difficile, perché come ho detto Fury è la pentola d’oro alla fine dell’arcobaleno, ma prima devo attraversare la mia strada e Pulev è un grande vecchio peso massimo che si frappone pentola d’oro. Sono ancora molto affamato e disciplinato, quindi voglio lanciarmi contro di lui. Questo è il lato del combattente che esce. Detto questo, ci vuole un sacco di allenamento in palestra e l’allenamento è per questo incontro”.

Pulev ha raccontato al Daily Mail, quello che lo ha spinto ad intraprendere la carriera da pugile: “Mio padre era il campione bulgaro dei pesi massimi. Ed era un maniaco della boxe, amava la boxe. Ricordo di aver detto una volta a mio padre che io e mio fratello saremmo andati a giocare con altri bambini fuori, ma mio padre ha detto: “voglio solo farti vedere una cosa” e poco dopo stavamo colpendo le sue mani nel seminterrato. Quella era la mia vita. Eravamo solo bambini, una famiglia assolutamente normale, non così tanti soldi, come tutti in un piccolo paese. Mio padre diceva: ‘Avrai soldi, rispetto, la gente ti conoscerà’. Mio padre è morto quando aveva 80 anni, prima che avessi questa possibilità. Ma starà a guardare e lo renderò orgoglioso”.

Oltre a Joshua e Pulev, la card che si terrà alla SSE Arena di Wembley, sarà formata dai seguenti incontri:

  • Lawrence Okolie vs. Nikodem Jezewski
  • Hughie Fury vs. Mariusz Wach
  • Martin Bakole vs. Sergey Kuzmin
  • Macaulay McGowen vs. Kieron Conway
  • Qais Ashfaq vs. Ashley Lane
  • Florian Marku vs. Alex Fearon

L’evento organizzato da Matchroom Boxing, sarà trasmesso in diretta su DAZN sabato 12 Dicembre e all’evento potrà assistere un pubblico di massimo di 1000 persone, come permesso dalle nuove linee guida del governo inglese in materia COVID-19.

Seguite Fatti Marziali su FacebookTwitter e Instagram per rimanere sempre aggiornati sulle MMA made in Italy e non solo.

Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*