La bufala della propaganda anti-vaccino sulla morte di Hagler

La bufala della propaganda anti-vaccino sulla morte di Hagler

Nemmeno la morte di una leggenda del calibro di Marvin Hagler è stata risparmiata dalle fake news per screditare il vaccino contro il Covid-19.

‘Marvelous’ è venuto a mancare nella giornata di sabato 13 marzo 2021 all’età di 66 anni, una morte improvvisa sulla quale si sono subito avventate le speculazioni dei no-vax.

A dare il via alla teoria di una presunta correlazione tra la somministrazione, nemmeno mai accertata al momento, del vaccino anti-Covid ad Hagler e il peggioramento delle sue condizioni di salute è stato l’ex pugile Thomas Hearns con un post sui propri canali social.

“Un vero guerriero. Prego per il re e la sua famiglia… è in terapia intensiva mentre lotta con gli effetti del vaccino! Se la caverà ma noi dobbiamo mandargli energia positiva e preghiere per una rapida guarigione!”

Una versione che però contrasta anche con l’annuncio della moglie con cui il mondo ha scoperto della scomparsa del campione, sul profilo Facebook ufficiale di Hagler, che parla esplicitamente di un decesso avvenuto in casa e non in un reparto ospedaliero.

“Sono spiacente di dover fare un annuncio davvero triste. Oggi sfortunatamente il mio amato marito Marvelous Marvin Hagler è deceduto nella sua casa in New Hampshire. La nostra famiglia vi chiede di avere rispetto della privacy in un momento così difficile.”

Alla notizia della morte però il precedente post di Hearns ha scatenato la propaganda anti-vaccinale e la rete si è riempita di post e fake news, che denunciavano la morte di Hagler come una conseguenza del siero contro il Covid-19. La famiglia è stata quindi costretta ad aggiungere un altro dettaglio in un breve comunicato pubblicato sul sito del campione.

“Marvin Hagler è morto il 13 marzo per cause naturali nei pressi della sua abitazione. È stato un campione fino alla fine”

I più complottisti hanno fatto notare che la precisazione ‘nei pressi’ contrasterebbe con il primo post. Un dettaglio però spiegato dal disperato trasporto in ospedale rivelatosi sfortunatamente vano. Una macchina del fango che ha raggiunto anche il Belpaese, visto che sul web non sono mancati contenuti “originali” in lingua italiana che rilanciavano le illazioni sul lutto che ha colpito tutto il mondo della boxe.

Seguite Fatti Marziali su FacebookTwitter e Instagram per rimanere sempre aggiornati sulle MMA made in Italy e non solo

Author

0 thoughts on “La bufala della propaganda anti-vaccino sulla morte di Hagler

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*