UFC, Vettori al Media Day: “Conta più la performance rispetto all’avversario”

UFC, Vettori al Media Day: “Conta più la performance rispetto all’avversario”

Vettori affronta diversi argomenti all’UFC Media Day: dai giudizi su Holland, all’infortuno di Till (definito “sospetto”) fino al significato che questo match riveste nel percorso del fighter italiano.

Tempo di Media Day per Marvin “The Italian Dream” Vettori (16-4-1), che sabato sera ora italiana affronterà Kevin “Trailblazer” Holland (21-6).

Ecco le dichiarazioni di Vettori alla stampa: “Cambiare avversario improvvisamente ormai sta diventando normale, ancora più che combattere contro quello annunciato. Anche se è sempre frustrante. Abbiamo fatto tutti gli aggiustamenti del caso, sono pronto. Non mi interessa chi avrò davanti, sono carico per disputare 5 round. Il resto sarà storia”.

Marvin chiarisce: “Non avrei combattuto contro un atleta che ha firmato ieri, ma per me va bene comunque affrontare un avversario che è in top 10. Le persone non capiscono che fare il fighter è un duro lavoro, non solo dell’atleta, ma di tutto il suo team. Nel mio caso sono molto riconoscente alla Kings MMA, e voglio restituire loro quello che mi danno. Conta più performance dell’avversario. Ultimamente ho scalato diverse posizioni nei ranking, battendo Holland non penso cambi più di tanto. Ma sono il prossimo sulla scia per il titolo”.

Vettori continua: “Ogni volta che Kevin Holland entra in gabbia credo che neanche lui sappia cosa farà nei successivi 5 minuti. É difficile fare previsioni con lui, ma approccerò il match in maniera molto metodica. Le mie capacità non sono neanche paragonabili alle sue. Faremo del nostro meglio, ma Holland non potrà fare più di tanto”.

“Sono davvero concentrato su me stesso, qualunque cosa faccia il mio avversario” spiega in seguito Vettori. “Prima di tutto, penso che durante il combattimento Holland si preoccuperà di difendersi, non avrà tempo e modo di parlarmi. Riguardo il face to face, non pianifico mai quello che potrebbe succedere. Ma per me è già una parte del combattimento, è estremamente reale, vero. Se proverà a stuzzicarmi sono pronto a rispondere”.

“The Italian Dream” afferma: “Se penso che dopo questo incontro me ne daranno un altro prima della title shot? Ci penserò dopo. Ma sono il prossimo. I fighter che dovrebbero affrontarmi per difendere la loro posizione non lo fanno, e allora mi prendo il loro posto. L’infortunio di Till è sospetto, la dinamica non mi convince. All’inizio ci ho creduto, poi pensandoci ho dei dubbi. Avrebbe dovuto fornire delle prove, ma non l’ha fatto. Però adesso ho un match, e sono focalizzato sul regalare la miglior performance della mia vita domenica notte”.

Infine Vettori commenta: “Darren Till sarebbe stato un avversario più duro, più tosto da affrontare in generale. É un atleta maggiormente solido di Holland, forte fisicamente, con uno striking più incisivo, meno strano. Till è mancino, Holland ha guardia ortodossa. Per il resto sono simili, entrambi striker. Contro Brunson, Holland ha dimostrato lacune, ma non pensiate che per questo io combatta come ha fatto Brunson. Schianterò Holland in qualunque modo. Sono migliore sotto tutti i punti di vista”.

“Sono contento dei risultati che sto raggiungendo, ma ho obiettivi maggiori” conclude Marvin. “Non mi interessa essere il numero 5 al mondo, voglio diventare il numero uno. Trovarmi qui è una bella sensazione, ma allo stesso tempo c’è ancora tanta strada da fare. Amo i cinque round. Voglio dominare Holland, e finirlo prima del limite”.

Seguite Fatti Marziali su FacebookTwitter e Instagram per rimanere sempre aggiornati sulle MMA made in Italy e non solo.

0 thoughts on “UFC, Vettori al Media Day: “Conta più la performance rispetto all’avversario”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*