Rose Namajunas si motiva per il match contro Weili Zhang: “Meglio morta che rossa”

Rose Namajunas si motiva per il match contro Weili Zhang: “Meglio morta che rossa”

Rose Namajunas si motiva per il match contro Weili Zhang facendo riferimento alla politica e attirando su di sè le polemiche dei fan.

Rose Namajunas (9-4-0) sarà una delle protagoniste di UFC 261, uno degli eventi più attesi di questi primi mesi del 2021, sfiderà la campionessa in carica Weili Zhang (21-1-0) per il titolo femminile pesi paglia, al limite dei 52 kg.

Di recente, “Thug Rose” ha parlato riguardo alle sue origini lituane, raccontando anche al grande pubblico della lotta per la libertà del suo paese ai danni dell’ex Unione Sovietica ed il regime di stampo comunista.

L’ex campionessa non ha potuto fare a meno di collegare questa guerra a quella ben più blanda e circoscritta che prenderà forma nell’ottagono contro “MagnumWeili Zhang, atleta proveniente dalla Cina, dove il Partito Comunista detiene ancora il potere.

“Non odio Weili, nulla di tutto ciò ci mancherebbe, però ho tante motivazioni per le quali combattere, anche per ciò che lei rappresenta.”

“Stavo solo cercando di…diciamo che stavo cercando di ricordare le mie origini, la mia famiglia e da dove proveniamo, e cose del genere. Ho voluto anche coinvolgere il mio sparring partner Chico Camus riguardo alle battaglie della mia gente. Allora gli ho fatto vedere il film “The Other Dream Team” (documentario riguardante la nazionale lituana di Basket, diventata simbolo di lotta al regime comunista, nda) per far nascere al nostro interno quel sentimento che ci ricorda per cosa combattiamo.  E quindi dopo averlo visto ho pensato: meglio morta che rossa (comunista, nda)”.

“Non penso sia una coincidenza che Weili sia rossa, nel senso, è quello che rappresenta. Non è nulla di personale con lei, ma è per me una grande motivazione che mi ricorda per cosa entro in gabbia, so che Dio è con me, ho sangue lituano e ho il sogno americano, e tante altre cose”.

Queste dichiarazioni hanno scaturito parecchie polemiche; le due atlete si sfideranno finalmente il 24 Aprile 2021 e, il mondo delle arti marziali miste, non può che aspettarsi uno spettacolo senza precedenti.

Seguite Fatti Marziali su FacebookTwitter e Instagram per rimanere sempre aggiornati sulle MMA made in Italy e non solo.

Immagine di copertina: www.lowkickmma.com

Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*