PFL, Ferreira sconfigge Werdum, ma si era prima arreso?

PFL, Ferreira sconfigge Werdum, ma si era prima arreso?

Ferreira sconfigge Werdum per TKO nella terza giornata della stagione 2021 della promotion PFL, ma è giallo su una sua possibile resa prima dello stop arbitrale che gli ha consegnato la vittoria.

Il brasiliano Ferreira è sicuramente uno dei nomi da tenere d’occhio tra i pesi massimi che prendono parte a questa terza stagione della promotion statunitense che per l’occasione ha messo su un roster di pesi massimi piuttosto interessante con la presenza di fighter più esperti come Werdum e altri in rampa di lancio come Renan Ferreira o Mohammed Usman, fratello di Kamaru.

Ferreira è un fighter dalle caratteristiche fisiche impressionanti, la sua altezza di 203 cm abbinata alle sue mani pesanti possono essere un problema per chiunque. Werdum dall’alto della sua esperienza e delle sue qualità nel grappling e nelle sottomissioni riesce nel corso dell’incontro a chiudere in un triangolo Ferreira che come si vede dalle immagini batte per due volte sulla schiena del suo avversario prima di riprendere la sua potente azione di ground and pound e chiudere la contesa.

Queste le dichiarazioni nell’intervista post match:

“Penso che tutti abbiano visto la lotta. Ha battuto. Rispetto il mio avversario. Mi sono fermato perché ha battuto. Combatto da 23 anni. Quando ha battuto con la mano aperta, ho dovuto fermarmi. Nella mia mente, era finita perché ho sentito che mi batteva sulla spalla”.

Ferreira sconfigge Werdum e guadagna una grande vittoria nella sua carriera, ma non mancheranno le polemiche.

Sul canale Youtube della promotion è presente il video dell’intero evento con la presenza di Kayla Harrison e Mohammed Usman tra gli altri.

Seguite Fatti Marziali su FacebookTwitter e Instagram per rimanere sempre aggiornati sulle MMA made in Italy e non solo.

Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*