Sakara su Vettori: “Dopo il litigio social ci siamo chiariti. Rosico? No, contento per lui”

Sakara su Vettori: “Dopo il litigio social ci siamo chiariti. Rosico? No, contento per lui”

Alessio Sakara ritorna sul litigio con Vettori risalente a diversi anni fa, rispondendo a chi lo accusa di invidiare il successo del connazionale. 

Alessio Sakara, che il 26 giugno esordirà al Bare Knuckle Fighting Championship, la promotion di pugilato a mani nude, ha svelato alcuni retroscena dell’ormai famoso litigio con Marvin Vettori di qualche anno fa.

I due si erano confrontati a distanza sui social, infiammando i fan e dividendo il pubblico delle MMA italiane. Correva il 2016 e Vettori aveva appena perso contro Antonio Carlos Junior, al suo secondo match in UFC.

Carlos Jr. era compagno di team proprio di Sakara, che nei giorni successivi al match aveva condiviso dei contenuti indirizzati a Vettori in cui sottolineava l’importanza dell’umiltà, giudicando le dichiarazioni pre match di Marvin troppo sopra le righe. Vettori aveva replicato con un lungo video in cui rispondeva alle parole di Sakara. Da quel momento tra i due pubblicamente è crollato il silenzio.. La vicenda è riassunta qui.

Silenzio durato fino a ieri, quando Sakara per la prima volta è tornato sulla questione con un video condiviso sui social: “Volevo dire un paio di cose. Dopo aver chiesto il permesso a Bellator Italia, essendo Ambassador della promotion, e aver ottenuto il loro via libera, ci tengo a fare il mio in bocca al lupo a Marvin Vettori, che combatterà per il titolo. Gli auguro buona fortuna per la bandiera italiana e per quello che sta facendo per il movimento delle MMA, tanta roba. Secondo me ha ottime possibilità di farcela”.

“L’altra questione la affronto per le poche persone che mi scrivono in merito a una vicenda risalente a 6 anni fa (quando Vettori e Sakara ebbero la già citata discussione a distanza, tramite video diffusi sui social, nda). Ero stato tirato in causa e c’è stato un battibecco. Purtroppo ancora oggi la gente pensa che qualunque cosa accada, che sia un litigio o un chiarimento, debba avvenire pubblicamente”.

“Dopo quei video ci eravamo sentiti al telefono e abbiamo chiarito la vicenda. C’è chi si piace di più e chi di meno, ma c’è stato un chiarimento. Ognuno per la sua strada, con il massimo rispetto. Ci sono ancora pochi italiani che combattono ad alti livelli, vorrei ce ne fossero sempre di più al top. Per questo sono contento per Marvin”.

“Vi spiego perché non rosico (per il successo di Vettori, nda), come mi accusa di fare qualcuno. Io ho iniziato 21 anni fa a praticare arti marziali miste, in questo momento mi trovo all’American Top Team, mentre c’è chi sta sempre dietro un computer a scrivere. Lasciate perdere la tastiera, fatevi una vostra vita. Non ho niente da rosicare, perché la mia vita mi sta regalando più di quanto mi sarei mai aspettato”.

“Collaboro con gli Incursori della Marina Militare, i migliori al mondo, conduco Tu Si Que Vales con personaggi che guardavo in Tv da bambino, faccio film, ho un’agenzia di sicurezza, più i Legio’s Team in giro per l’Italia. Sono solo contento se tanti fighter italiani si affermano, e se Marvin riuscirà a portare la cintura in Italia”.

Seguite Fatti Marziali su FacebookTwitter e Instagram per rimanere sempre aggiornati sulle MMA made in Italy e non solo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*