Venator FC 7: risultati e considerazioni sull’evento

Venator FC 7: risultati e considerazioni sull’evento

Vi riportiamo i risultati ed alcune considerazione sull’evento Venator FC 7 che si è svolto a Roma nella giornata di sabato 19 giugno 2021.

L’evento ha segnato l’esordio della promotion di Frank Merenda a Roma con il coinvolgimento di alcuni team della capitale (purtroppo non tutti) che offre un ottimo bacino di utenza per quanto riguarda il movimento della arti marziali miste italiane. I match della card professionistica sono stati trasmessi sul sito Gazzetta.it e noi appassionati abbiamo avuto la possibilità di gustarci la serata in diretta. La produzione, il gioco di luci e le riprese sono state davvero ottime, segno che la promotion non vuole lasciare nulla al caso.

Questi i risultati di Venator FC 7:

Main Card

  • Giacomo Santoro b. Yousaam Ali per sottomissione (rear-naked choke) a 1:30 del R1
  • Michelangelo Colangelo b. Federico Firullo per TKO (ground and pound) a 2:00 del R1
  • Diego Pallavicini b. Gianluigi Ventoruzzo per split decision
  • Claudio Conti b. Thomas Squadrito per sottomissione (rear-naked choke) a 3:19 del R1
  • Paolo Anastasi b. Giuseppe De Francesco (pesi massimi leggeri) per sottomissione (rear-naked choke) a 1:38 del R1
  • Tiziano Ferranti b. Francesco Maione per TKO del R1

La card è stata piuttosto godibile e la serata è trascorsa piacevolmente senza nessun intoppo. Grande prestazione di Giacomo Santoro nel main event, con una vittoria schiacciante ai danni di Yousaam Ali. Troppo evidente la differenza di preparazione sia tecnica che fisica, ma anche di esperienza, tra i due ragazzi. Santoro dopo la vittoria in Inghilterra si conferma pronto a nuove sfide di un livello più alto.

Belle vittorie anche per i più esperti Colangelo e Conti, che si aggiudicano i rispettivi incontri prima del limite. Qualche difficoltà in più per Colangelo che probabilmente non aspettandosi una partenza così spedita da parte di Federico Firullo rischia qualcosa in avvio di match per poi rimettersi in carreggiata e aggiudicarsi l’incontro.

Complimenti anche a Diego Pallavicini e Gianluigi Ventoruzzo che danno vita a quello che è probabilmente il match più bello della card. Sicuramente il più combattuto, con Pallavicini che si aggiudica la vittoria grazie ad una Split Decision. Infine ottimo esordio tra i professionisti per Paolo Anastasi e Tiziano Ferranti che, dopo una lunga carriera tra i dilettanti, iniziano nel migliore dei modi il loro percorso tra i pro.

Come già evidenziato in apertura di questo articolo la produzione, l’organizzazione e le riprese sono stati di un livello molto alto. Senza nulla togliere ai ragazzi presenti in card che hanno dato vita a match molto piacevoli, se vogliamo fare un appunto alla promotion è l’assenza di nomi “importanti” della scena italiana. Il percorso intrapreso dall’organizzazione è apprezzabile, con l’intento di dare spazio a nuovi talenti e soprattutto farlo con regolarità e continuità negli eventi, ma probabilmente anche a livello di risonanza verso i fan italiani avere qualche nome già maggiormente conosciuto all’interno della scena avrebbe potuto dare uno slancio in più.

Non dimentichiamoci però che siamo ancora nel bel mezzo di una pandemia con le palestre che hanno passato un periodo durissimo e già avere degli eventi in ambito italiano è da considerarsi una vittoria, quindi noi appassionati non finiremo mai di ringraziare chi ha organizzato e chi organizzerà in un periodo come questo.

Seguite Fatti Marziali su FacebookTwitter e Instagram per rimanere sempre aggiornati sulle MMA made in Italy e non solo.

Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*