Anthony Smith infuocato: sottomissione e urla contro Spann

Anthony Smith infuocato: sottomissione e urla contro Spann

Anthony Smith questa notte ha sconfitto a UFC VEGAS 37 l’astro nascente Ryan Spann. Il match è stato dinamico e spettacolare.

Anthony Smith era reduce da due vittorie consecutive, per lui era importantissimo arrivare preparato a questo incontro per poter puntare al tanto desiderato rematch contro Rakic e per sognare una title shot nella categoria dei mediomassimi UFC.

Questa notte “Lionheart” ha messo in mostra tutte le sue qualità, sia a terra che in piedi, la sua boxe adattata alle mixed martial arts è stata molto efficace; Ryan Spann ha provato a controbattere di rimessa, cercando di arginare l’attitudine molto aggressiva del suo avversario.

Dopo aver preso il controllo della schiena, Smith ha messo a segno una rear naked choke che ha costretto Spann alla resa subito al primo round.

Dopo il tap, Anthony Smith si è scagliato contro di lui a causa degli screzi venuti a galla nei giorni recenti, dove “Lioneheart” rimarcava prima la mancanza di rispetto di Spann e poi il suo comportamento compiacente, sostenendo la poca presa di posizione del suo avversario ma in generale, anche del mondo delle MMA.

“Sono stanco di tutto questo….Anthony Smith fa schifo, ha battuto solo gente vecchia. Sono qua che batto tutti quelli che mi mettono di fronte!” ha detto nell’intervista con Bisping.

Tuttavia, nonostante l’adrenalina, i due si sono chiariti.

Bisping gli ha rivelato che Rakic avrebbe twittato di essere pronto a sfidarlo a Dicembre.

La risposta di Smith è stata piuttosto eloquente: “Buon Natale a me!

Vedremo dunque se dopo questa vittoria convincente, Smith e Rakic torneranno nell’ottagono a contendersi i primi posti nei ranking.

Seguite Fatti Marziali su FacebookTwitter e Instagram per rimanere sempre aggiornati sulle MMA made in Italy e non solo.

Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*