Saint Pierre strangola Khabib, ma solo durante un talk show

Saint Pierre strangola Khabib, ma solo durante un talk show

George Saint Pierre strangola Khabib, ma in un talk show. Siparietto divertente e tanto rispetto tra due dei fighter più dominanti in UFC.

Siparietto divertente inscenato dall’ex campione canadese dei pesi welter George Saint Pierre, che entra a sorpresa nello studio del talk Arnold Sports Festival in cui l’ex campione indiscusso dei pesi leggeri Khabib Nurmagomedov era ospite e inscena una Rear Naked Choke, con quest’ultimo stupito e sorpreso di incontrarlo.

Prima di entrare in scena, St. Pierre aveva architettato tutto nel minimo dettaglio col team di Khabib, nei confronti del quale, successivamente, ha speso parole di sincera ammirazione e rispetto.

“Ho detto al suo team: ‘Ascoltate scivolerò dietro di lui come un ninja e sarà il mio turno questa volta per prenderlo’… amico ascoltami, sei l’esempio più vicino al combattente perfetto che chiunque vorrebbe essere. Perfetto in assoluto, imbattuto. Hai finito la tua carriera in cima al gioco e per questo uomo, non è mai stato fatto, è incredibile ed è tutto in tuo onore”.

Non è da meno Khabib, che ha prontamente replicato con parole sincere, ricordando anche il defunto padre:

“Questo ragazzo era il combattente preferito di mio padre e sono cresciuto guardandolo, per questo è un onore stare qui con lui, è un piacere. Come ti senti tu?” 

Successivamente i due hanno scattato delle foto inscenando un tipico face-off, facendo sognare molti dei fan delle MMA, i quali speravano in un incontro che, a parer di molti, sarebbe stato il più grande di tutti i tempi.

Seguite Fatti Marziali su FacebookTwitter e Instagram per rimanere sempre aggiornati sulle MMA made in Italy e non solo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*